Torna ad Articoli

logo

Revive Israel Ministries

© 7 de Giugno 2019 Revive Israel Ministrie

Il governo israeliano si è sciolto

Asher Intrater

flag

Meno di due mesi fa Netanyahu sembrava aver vinto le elezioni israeliane con una forte dimostrazione sia per il partito del Likud che per la destra in generale. Poi nella complessità delle manovre politiche israeliane e a causa del bizzarro rifiuto di Avigdor Liberman di unirsi alla potenziale coalizione, il tempo si è esaurito e Netanyahu non è stato in grado di formare il governo.

La normale procedura a quel punto sarebbe stata per il presidente Rivlin offrire al partito di secondo grado - Blue and White, governato da Benny Gantz, l'opportunità di formare un governo alternativo. Poiché Netanyahu non voleva che ciò avvenisse, propose di sciogliere l'attuale Knesset e di stabilire nuove elezioni per l'autunno. Questa mozione è stata approvata e il 16 settembre è stata impostata come nuova data.

L'intero paese è in qualche modo sotto shock, o frustrazione, o depressione, in quello che sembra un sistema politico incredibilmente disfunzionale. Anche noi come messianici siamo in qualche modo disorientati nel cercare di comprendere la volontà di Dio in questa situazione. Vi chiedo di unirvi a noi in una urgente preghiera in questi prossimi mesi.

Quali potrebbero essere alcuni degli scopi morali, spirituali o politici dietro l'attuale paralisi e riorganizzazione del governo? Beh, a parte il semplice fatto di umiliare tutti noi per un fallimento così imbarazzante, ecco alcuni punti su cui pregare:

  1. Governabilità per Netanyahu - Abbiamo una parola in ebraico: "meshilut" משילות, che significa “capacità per il governo di funzionare”. A causa della dozzina di parti in conflitto in questo paese, la governabilità è quasi impossibile. Questa nuova elezione potrebbe radunare la gente intorno a Netanyahu in una coalizione ancora più grande per consentirgli di gestire il governo in modo più efficiente?
  2. Rimpiazzo per Netanyahu - La situazione opposta si potrebbe verificare nei pochi mesi prima delle elezioni dove Netanyahu potrebbe essere accusato di corruzione, e quindi perdere la sua popolarità o anche l'ammissibilità legale, e quindi perdere del tutto il governo. Se ciò dovesse accadere, potrebbe essere meglio che il cambiamento avvenga prima delle prossime elezioni, invece di causare l'interruzione di un governo in carica.
  3. L'affare del secolo - Senza un governo in atto, c'è la possibilità che il piano di pace di Trump venga posticipato fino a dopo le prossime elezioni, o diventi irrealizzabile senza il sostegno di Netanyahu. Oppure potrebbe accadere esattamente il contrario: se l'accordo assume il significato di compromessi che Netanyahu non farebbe, un governo diverso potrebbe essere disposto ad approvarlo. È meglio con l'accordo o senza di esso.

  4. Controllo Haredi - I due grandi partiti ultra-ortodossi, sefarditi e ashkenaziti, hanno una leva sproporzionatamente alta nell'attuale governo Netanyahu. Ci sono pro e contro per questi gruppi Haredi, ma di solito tendono ad essere anti-messianici, anti-cristiani, anti-IDF, e semplicemente "anti". È possibile che una nuova coalizione possa ridurre la loro influenza esagerata?
  5. Governo di unità - Di solito l'unità è un principio spirituale positivo. Potrebbe questa attuale situazione di stallo fare in modo che i due maggiori partiti di Netanyahu e Gantz considerino una coalizione generale unificata più ampia? Un governo unificato potrebbe essere l'accordo più forte e più salutare per Israele per affrontare le sfide che ci attendono negli anni a venire.
  6. Ayellet Shaked - Il famoso e molto conservatore ex ministro della Giustizia ha perso il suo posto nella Knesset in quanto il suo nuovo partito con Naftali Bennett non ha cancellato la percentuale minima. C'è una possibilità in questo nuovo round che lei si unirà al partito Likud di Netanyahu, che potrebbe portare una dimensione attraente agli elettori di destra.
  7. Riforma elettorale - È anche possibile che l'attuale dilemma causerà la riforma elettorale per separare l'esecutivo dal ramo legislativo, per modificare le percentuali minime per creare blocchi di voto più grandi, o un'altra soluzione. La complessità culturale della società israeliana rende questo quasi impossibile, ma la situazione attuale potrebbe fornire lo slancio.

La politica israeliana è così instabile che la situazione è tanto suscettibile tanto da cambiare in qualunque momento. Cercheremo di tenerti aggiornato. In ogni caso, prendiamo questa nuova elezione come un'opportunità per pregare di più e credere che sorgerà un governo migliore e più retto.


Superare La Mia Paura

Jeremiah

Jeremiah Smilovici ha lottato con la paura paralizzante a causa di ciò che gli altri pensavano di lui. La paura lo ha trattenuto dal parlare. Ecco come ha affrontato e superato le sue paure.

Guarda QUI!

Sottotitoli in: danese, olandese, francese, coreano, polacco, portoghese, spagnol


Torna ad Articol